Home/Opere/Ritratto di Stefano Sanvitale
Autore: Anonimo della prima metà del XIX secolo ( - )

Ritratto di Stefano Sanvitale

Datazione

post 1816

Tipo

Dipinti e Acquerelli

Inventario

2778

Tecnica

olio su cartoncino

Misure

cm 26,8×21,5

Stato Conservazione

Buono; si nota un graffio all’altezza del bavero e qualche piccola caduta di colore sullo sfondo.

Osservazioni

Benchè di buona qualità, è sconosciuto l’autore di questo olio che presenta a mezzobusto l’immagine, assai riconoscibile, di Stefano Sanvitale (1764-1838), personaggio di grande rilievo tanto durante la dominazione napoleonica che sotto il governo luigino.
Gran Ciambellano e consigliere intimo della duchessa Maria Luigia, nel 1816 ricevette la nomina a senatore di Gran Croce dell’Ordine Costantiniano di San Giorgio; l’onorificenza che si nota sulla giacca del conte, unico segno distintivo in questo ritratto, è appunto quella dell’ordine equestre che ha tuttora sede nella città di Parma.
Il primogenito di Stefano, Luigi Sanvitale, divenne anch’esso ciambellano di corte e sposò nel 1833 Albertina Montenuovo, figlia della duchessa.

Acquisizione

Collezione privata, da mercato antiquario bolognese (ottobre 2015)

Provenienza

Famiglia Sanvitale

Collocazione

Sala Affetti

Note Bibliografiche

F. SANDRINI (a cura di), “Parma 1816: dal ministro Magawly alla duchessa Maria Luigia”, Parma, Graphital 2016, ill. pp. 38, 213 e 243, pp. 213-215 (scheda 7), 243.
F. SANDRINI (a cura di), “Albertina, la figlia di Maria Luigia d’Asburgo. Vita, pensieri, segreti”, Parma, Grafiche STEP 2017, ill. p. 51.
G. MARTINI, “Le armonie per la villeggiatura. Vita musicale al Casino dei Boschi”, in F. SANDRINI (a cura di), “Maria Luigia d’Asburgo e il Casino dei Boschi di Sala”, Parma, MUP 2023, pp. 152-173: ill. p. 156.

Esposizione

Parma, Museo Glauco Lombardi, “Parma 1816: dal ministro Magawly alla duchessa Maria Luigia”, 16 aprile-25 settembre 2016