Home/Opere/Biglietto da visita con fregio recante lo stemma dei Borbone
Autore: Ennemond Alexandre Petitot (copia da) ( - )

Biglietto da visita con fregio recante lo stemma dei Borbone

Tipo

Disegni

Inventario

474

Tecnica

inchiostro su pergamena

Descrizione

In data recente nel fregio è stato iscritto a matita in lingua latina il nome: “Ferdinandus Borbonius”.

Misure

cm 9,3 x 12,8

Stato Conservazione

Buono.

Osservazioni

Nel maggio 1931, il pittore Dino Mora restituiva a Glauco Lombardi una “copia fotografica” di un biglietto da visita con stemma borbonico e scritta “Reali Fabbriche della Majolica e de’Vetri a Parma”, a lui inviato per trarne una copia; nella stessa lettera (Museo Glauco Lombardi, Arch. Lombardi, cont. 101/8, fasc. 64) il pittore specificava di aver usato una “pergamena vera, non trovando tra le carte mie, una vecchia cartaccia de’passati tempi”.
L’originale di matrice petitotiana a cui si fa riferimento non è conservato in Museo, mentre con ogni probabilità il presente foglio è lo stesso decorato da Dino Mora, al quale Glauco Lombardi, con la sua inconfondibile grafia, ha aggiunto a matita la scritta “Ferdinandus Borbonius”.

Collocazione

Sala Petitot; bacheca

Note Bibliografiche

M. PELLEGRI, “Il museo Glauco Lombardi”, Parma, Battei 1984, p. 44.
G. BERTINI, F. SANDRINI (a cura di), “Il bigotto illuminato” (catalogo della mostra), Quaderni del Museo n. 5, Parma, Museo Glauco Lombardi 2002, pp. 50-51.
F. SANDRINI, “Glauco Lombardi e il suo museo”, in “Aurea Parma” anno XC, fasc. III, Parma 2006, pp. 301-324: p. 322.
A. MORA (a cura di), “Storia di Parma”, vol. V (“I Borbone: fra Illuminismo e rivoluzioni”), Parma, MUP 2015, ill. p. 121.