Home/Opere/Ritratto di fanciulla (Anna Toschi?)
Autore: Fotografo parmense del XIX secolo ( - )

Ritratto di fanciulla (Anna Toschi?)

Datazione

anni 50 del XIX secolo

Tipo

Fotografie

Inventario

2380

Tecnica

calotipia su carta al sale con ritocchi ad acquerello

Misure

S.C.: cm 17,7 x 14,2 (ovale – parte visibile)
C.C.: cm 25,7 x 2,1 x 0,7

Stato Conservazione

Abbastanza buono; si notano alcune piccole macchie.

Osservazioni

L’identificazione proposta da Romano Rosati della ragazza con Anna (Nina) Godi Toschi (1834-1863, figlia di Paolo Toschi e Maria Rigo) non risulta al momento supportata da documenti. La datazione avanzata dallo studioso al 1855 non è altresì compatibile con l’età di Anna Toschi, all’epoca ventenne. Pur ritenendo sostanzialmente valida una collocazione cronologica al 1855-58, l’effigiata non può essere identificata; resta aperta l’ipotesi che si possa trattare di una fanciulla di casa Sanvitale. Al 1858 riporta anche l’abbigliamento e una data apposta a matita nel verso della cornice.
Secondo Romano Rosati (parere verbale, gennaio 2007) la calotipia potrebbe essere stata realizzata da Fortunato Lasagna o Giuseppa Maria Manara, fotografi in Parma.
La fotografia presenta una cornice sottile ed è inquadrata da un passe-partout ovale in cartoncino.

Collocazione

Deposito

Note Bibliografiche

R. ROSATI, “Camera oscura 1939-1920. Fotografi e fotografia a Parma”, Parma, Artegrafica Silva 1990, p. 28.
F. SANDRINI (a cura di), “Museo Glauco Lombardi – Sala Paolo Toschi”, in “Paolo Toschi (1788-1854) incisore d’Europa”, Parma 2004, pp.201-210: p. 204.
M. BIANCHI, “Il Museo che non c’è: gli acquisti perduti di Glauco Lombardi”, in F. SANDRINI (a cura di), “Glauco Lombardi (1881-1970) molto più di un collezionista”, Parma, Grafiche STEP 2011, pp. 110-168: p. 168, nota 286.